[an error occurred while processing this directive]
diff logo Informatica e sistemi alternativi
su questo sito sul Web
    Home   Chi siamo    Contattaci    Scrivi per diff    Proponi un argomento 27/11/21
    Cos'è diff    Come accedere    F.A.Q.    Promuovi    Dicono di diff    Amici di diff    
AmigaOS
Linux
FreeBSD
BeOS
OpenSource
Java
Database
Informatica
Hardware
E-Commerce
Narrativa

L'INTERVISTA IMPOSSIBILE
di Carlo Adriano

LA SFINGE

Improvvisamente la Sfinge ha cambiato tono: la sua voce si è fatta più cavernosa e concitata. Mi sono accorto che per un attimo ha sollevato la testa ed ha guardato in lontananza, prima di fissare nuovamente il suo sguardo su di me. E' ormai abbastanza chiaro per rendermi conto che mi guarda minacciosamente, allora credo di capire. Il sole sta per levarsi: se ne intravede il bagliore appena sotto la linea dell'orizzonte. E il sorgere del sole è collegato in qualche modo alla fine di questo ... sogno?

"Aspetta, non mettermi fretta! E' mica facile. Dunque, ... un fratello ... una sorella ... si generano ... Oh!, di' un po', ma non è per caso una faccenda un po' zozzetta? Una storia di un cesto ... perché lo so che nell'antico Egitto il faraone si sposava sua sorella la faraona"
"Mortale, i tuoi pensieri sono miserabili! Tu non meriti di vivere!"

Un sordo brontolio, e vedo la testa enorme del mostro che si abbassa verso di me, spalancando la bocca; ne sento il fiato pestilenziale: vacca boia sono fregato!
Improvvisamente il sole sembra letteralmente schizzare in alto, inondando la pianura di luce.
Con un ruggito che lentamente si trasforma in un gemito la Sfinge si immobilizza, poi rialza il capo e si immobilizza.
Cacchio! L'ho scampata bella!

La luce del sole ora è veramente accecante; alzo una mano per ripararmi gli occhi (dove diavolo sono gli occhiali scuri?) e mi sento come se qualcuno mi prendesse a legnate sulla schiena. Che accidenti succede? Mi ci vuole quasi un minuto per raccapezzarmi, poi mi rendo conto che sono seduto a terra, la schiena appoggiata alla roccia del monumento. Cerco di alzarmi in piedi, e questa volta le legnate le sento dappertutto, e poi ho le gambe tutte informicolate, non mi reggono in piedi. Mi risiedo a terra. Devo essermi addormentato, mi dico. Sì, dev'essere così. Ho dormito e ho fatto 'sto strano sogno. Che assurdo! Aspetta, com'era la faccenda? ... il fratello che genera la sorella e la sorella che genera il fratello? Boh!, chissà che era? Ma poi 'sti antichi erano tutti un po' svitati, se stai a dargli retta ...
Non appena le gambe mi reggono in piedi, però, mi allontano dalla Sfinge, dirigendomi verso il piazzale delle corriere. Mi volto per un'ultima occhiata. Che strano! Sarà per effetto della luce, ma mi sembra che stia sogghignando.
Comunque, d'ora in avanti, basta con la birra.
(...)
(... ?!)
(...)
Beh, non esageriamo, non è il caso di essere così drastici! Facciamo che ... almeno due ore tra una birra e l'altra.
(...)
(... ?!)
(...)
Facciamo un'ora.


NARRATIVA


Prof. Carlo Adriano
Dottore in Filosofia, laureato presso l'Università degli Studi di Torino con una tesi sulla fenomenologia delle nuove religioni;
ha alle spalle anni di insegnamento di lettere e filosofia nella scuola Media Superiore.
Segni particolari biker.

Puoi contattare l'autore scrivendo a:
cadriano@diff.org


Articoli dello stesso autore:
Annuncio AmigaOS 5 (DevCon '98)
Reportage dalla fiera di Colonia '98
Clickboom
Signorina, mi scusi lo SCSI
Introduzione alla programmazione
AmigaOS 3.5 è realtà
Utility ed inutilities per la rete e per Internet
I Love You: cronache del dopobomba
I Love You ed i sistemi nostrani


 


La campagna abbonamenti a diff


Purtroppo la campagna abbonamenti a diff fino ad ora ha raccolto un numero insufficiente di iscritti, tuttavia è volontà di tutti noi proseguire nella direzione indicata all'inizio.

Ti ringrazio a nome di tutti i collaboratori per aver aderito a questa iniziativa.


© 1999,2000,2001,2002 NonSoLoSoft di Ferruccio Zamuner (Italia)- tutti i diritti sono riservati